21/lug/2009

Detrazione Irpef 20% su elettrodomestici, computer, arredamento

Le misure antirecessione della finanziaria 2009 riconoscono, a chi usufruisce della detrazione Irpef del 36% per ristrutturazione (art. 1 della legge 449/1997), la possibilita' di detrarre il 20% delle spese documentate, sostenute tra il 7 febbraio 2009 e il 31 dicembre 2009, per l’acquisto di mobili, elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, computer e televisori.

I beni oggetti del rimborso devono essere destinati all’arredo dell’immobile oggetto della ristrutturazione.

Ma attenzione: l'agevolazione e' prevista per chi ha avviato i lavori di ristrutturazione a partire dal primo luglio 2008 e già usufruisce della detrazione Irpef del 36% prevista per gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia di singole unità immobiliari.

Sono da intendersi esclusi gli interventi di ristrutturazione sulle parti comuni condominiali, o che siano relativi alla manutenzione ordinaria di singole unità immobiliari o, infine, riguardino la realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali.

Inoltre, visto il riferimento alla Legge 449/1997, l’agevolazione non potrà essere fruita nell’ipotesi di acquisto dell’unità abitativa residenziale dall’impresa costruttrice che abbia provveduto alla ristrutturazione dell’immobile.

Come data di inizio lavori occorre considerare quella in cui è stata sostenuta la prima spesa per i lavori di ristrutturazione. Lo sconto si estende anche ai familiari conviventi del proprietario o del titolare di un diritto reale sull’immobile agevolato.

Il tetto massimo della spesa agevolabile è fissato a 10.000 euro, di conseguenza considerando la detrazione del 20%, l’importo massimo detraibile è di 2.000 euro da ripartire in cinque quote annuali da 400 euro ciascuna.
Per l’acquisto dei beni agevolati il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario o postale da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di Partita Iva del beneficiario del pagamento.

Il bonus è cumulabile con la detrazione per la sostituzione di frigoriferi e congelatori prevista dall’art. 1, comma 353, della Finanziaria 2007 e prorogata dalla Finanziaria 2008. Quest’ultima detrazione è pari al 20% delle spese, documentate e sostenute entro il 31 dicembre 2010,
fino ad un valore massimo della detrazione di 200 euro per ciascun apparecchio.

Per la fruizione della detrazione il contribuente deve aver inviato, anche prima dell’1° luglio 2008, al Centro Operativo di Pescara l’apposita comunicazione, indicando, nel riquadro riservato ai “Dati Relativi ai Lavori di Ristrutturazione”, come data di inizio lavori l’1 luglio 2008, o una data ad essa posteriore.
Dopo l’invio della comunicazione di inizio lavori, il contribuente deve aver effettivamente sostenuto spese di ristrutturazioni per le quali possa beneficiare della detrazione del 36%.

acrobat
facsimile modulo per la detrazione 36%



Altri collegamenti:

CIRCOLARE N.35/E Agenzia delle Entrate

0 commenti:

Posta un commento

Scrivi un tuo parere, condividi idee con gli altri lettori.